Esanime.

Esanime
giacque
sul fondo del barile coi polsi frastagliati e neri come il profondo su cui s’era affacciata, anima immonda che cedette alla tentazione.
Ostentò una sicurezza non sua, bellezza che le servì da scorciatoia in un mondo che nell’ostentazione riconobbe la propria unica filosofia.
Ma quanto spesso chi ricorse a scorciatoie di tal fatta finì col perdersi, perdere se stesso in uno di quei vicoli bui che ebbe attraversato per giungere alla propria destinazione finale?
L’odio e l’invidia la scavarono tracciandole solchi dolorosi sotto la pelle, che nello sguardo febbricitante trovarono l’unica loro possibilità di sfogo.

Ora che l’insana follia ha abbandonato quegli occhi ormai spenti, ora che le sue stanche membra hanno finalmente occasione per riposare, cosa resta degli affanni passati?
Solo un guscio vuoto, immobile
giace
Esanime.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...